Tag

, ,

E la prima vittima della stagione e’ …. The Playboy Club !!!

Dopo soli due episodi, vista l’accoglienza piuttosto fredda e gli ascolti gia’ in picchiata la NBC ha deciso di “calare la scure” sulle conigliette di Chicago, una delle due serie in circolazione che provano a sfruttare l’enorme successo della pluripremiata Mad Men,  ma purtroppo non e’ sufficiente un protagonista maschile belloccio (oltretutto un po’ troppo simil-Draper) , un po’ di ragazze (s)vestite da conigliette e un’ambientazione anni ’60 per imitare la bellissima serie creata da Matthew Weiner, che si basa su una sceneggiatura di ferro, interpreti eccezionali,.personaggi che sono persone dalla prima volta che le vedi sullo schermo,  e una ricostruzione piu’ che maniacale dell’epoca: una cancellazione meritata, a mio parere.

Speriamo invece che l’altra serie di ambientazione “sixties”, ovvero Pan Am, la cui impostazione sembra  piu’ leggera ed azzeccata anche come interpreti, riesca a sopravvivere, anche perche’ dalle due puntate viste finora non sembra affatto male.

Invece la prima nuova serie da seguire,  a mio parere almeno ,  e’ A Gifted Man, il medical-drama con uno spruzzo di soprannaturale di cui avevo gia’ parlato,  che anche al secondo episodio mi ha convinto ,  malgrado il fatto che il primo episodio come altri  hanno gia’ sottolineato fosse una sorta di mini-film introduttivo della serie , con Demme come regista d’eccezione: il secondo episodio e’ piu’ di routine pero’ Patrick Wilson e’ ottimo nei panni del protagonista, Margo Martindale fa sentire la sua presenza attoriale e le “apparizioni”  della Ehle sono misurate al punto giusto, mentre attorno al protagonista prende forma il gruppo che formera’ il cast di contorno.
Resta ovviamente da vedere come si sviluppera’ ,  pero’ spero per Wilson e la Ehle che sia l’occasione, finalmente, di farsi conoscere dal grande pubblico, perche’ se lo meritano entrambi.